Banca d’Italia Spa

bdi

Provvedimento GIP di Campobasso - Sconfessa per la seconda volta il funzionario di Banca d’Italia e dispone il conferimento dell’incarico peritale ad un ‘nuovo consulente’ – 19.05.2015

- Provvedimento GIP di Campobasso – Sconfessa la relazione del perito della Banca d’Italia – 12.05.2014

Nota di scienza I.R.C.R.I indirizzata a Banca d’Italia

La Banca d’Italia e la tesoreria dello Stato – di Giuseppe Mulone – Ottobre 2006

- Legge n. 449 del 10 agosto 1893

- L’evoluzione dei partecipanti al capitale sociale dal 2010 al 1.01.2016

- Partecipanti al capitale sociale fino al 21.10.2012

Partecipanti al capitale sociale dal 22.10.2012 al 27.04.2014

- Partecipanti al capitale sociale dal 28.04.2014

-Partecipanti al capitale sociale acquisito da Ircri in data 22.07.2015

- Il dettaglio dei Partecipanti al Capitale sociale fino al 21.10.2012

Il dettaglio dei Partecipanti al Capitale sociale dal 22.10.2012

- Partecipanti al Capitale sociale dal 1.01.2016

Organigramma Banca d’Italia (27.01.2014)

- Tassazione delle riserve auree della Banca d’Italia: il parere della BCE 24-07-2009

- Governatorato Fazio- Governatorato Draghi: l’andamento dell commissione di massimo scoperto

PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 6 ottobre 2005 su richiesta del Ministero dell’Economia e delle Finanze della Repubblica italiana in merito a una modifica del disegno di legge recante interventi per la tutela del risparmio che concerne la Banca d’Italia.

- Disegno Legge Banca Italia 2009

- Aziende di credito sanzionate dalla Banca d’Italia dal 1998 all’ agosto 2009 (così tratte dai bollettini di vigilanza in modalità chiusa) 

- Aziende di credito sanzionate dalla Banca d’Italia dall’ agosto 2009 ad oggi (così tratte dai bollettini di vigilanza in modalità aperta) – IN AGGIORNAMENTO

- Bollettini di vigilanza in modalità aperta così tratti da bancaditalia.it in data 30.01.2013

- Interrogazione scritta al Parlamento Europeo marzo 2005 – Luca Romagnoli – Indipendenza di Banca d’Italia

- Risposta del Parlamento Europeo all’Interrogazione scritta al Parlamento Europeo 15 Aprile 2005 – Luca Romagnoli – Indipendenza di Banca d’Italia

- Asimmetrie Partita IVA Banca d’ItaliaPartita IVA CessataPartita IVA Attiva

- Riferimenti dell’ente – Banca d’Italia sul sito www.indicepa.gov.it

Fonti Documentali / Banca d’Italia Spa

Banca d’Italia è la Banca Centrale della Repubblica Italiana ed è parte del sistema europeo di banche centrali (SEBC) e dell’Eurosistema. E’ un istituto di diritto pubblico. Persegue finalità d’interesse generale nel settore monetario e finanziario; il mantenimento della stabilità dei prezzi, obiettivo principale dell’Eurosistema in conformità del Trattato che istituisce la Comunità europea (Trattato CE); la stabilità e l’efficienza del sistema finanziario, in attuazione del principio della tutela del risparmio sancito dalla Costituzione (Art. 47 – La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito), e gli altri compiti ad essa affidati dall’ordinamento nazionale. (Fonte: www.bancaditalia.it )

Banca d’Italia fu costituita nel 1893, a seguito dello scandalo della Banca Romana, con un capitale sociale di 300.000.000 £ diviso in n. 300.000 azioni nominative di 1.000 lire ciascuna (cfr. riproduzione fotografica, tratta da G. Negri (a cura di), Giolitti, La nascita della Banca d’Italia nel 1893, Laterza, Roma – Bari 1989).

Il capitale sociale oggi – L’ammontare del capitale sociale resta invariato dal 1893; difatti oggi (31.12.2012) il capitale sociale di Banca d’Italia è pari ad Euro 156.000,00, suddiviso in quote di partecipazione di Euro 0,52 ciascuna (pari a Lire 300.000.000 del vecchio conio). E’ interessante evidenziare che il capitale sociale pari a £ 300.000.000 nel 1893, se rivalutato, corrisponderebbe a oggi (2012) a £ 2.501.082.608.657  ( € 1.291.701.368,43 ).

La Banca d’Italia, in quanto Banca Centrale  della Repubblica Italiana, svolge le seguenti operazioni (Fonte: bancaditalia.it):

  • Operazioni di politica monetaria e di gestione della liquidità
  • Operazioni in cambi
  • Operazioni per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF)
  • Gestione delle garanzie

Al pari di altre banche centrali, la Banca d’Italia svolge un articolato ruolo di collaborazione nei confronti del Ministero dell’Economia e delle Finanze relativamente alla gestione del debito pubblico.

Tale ruolo si sostanzia in compiti operativi concernenti il collocamento/riacquisto dei titoli di Stato e il servizio finanziario del debito, in una attività di assistenza nella definizione della politica di emissione, nello svolgimento di operazioni di mercato monetario in contropartita con il sistema bancario. (Fonte: bancaditalia.it)


# #